LE FINANZE DEL REGNO

Il Regno delle Due Sicilie possedeva oltre due terzi dell'oro di tutti gli altri Stati della Penisola messi insieme, e proporzioni analoghe valgono per il denaro in circolazione nei singoli Stati. Almeno nei trent'anni successivi all'Unità, L'Italia del Sud fu come una colonia del Piemonte. Dal momento dell'unificazione, i meridionali furono più sfruttati che sfruttatori. In una lettera a Cavour, Liborio Romano - ministro dell'Interno di Francesco II, poi deputato nel primo Parlamento unitario - dimostra come vennero depredati la Cassa di Sconto e il Banco Pertenopeo, le due banche principali dell'ex Regno di Napoli. Attraverso un sistema di trucchi finanziari e irregolarità sulla contabilità, in un solo anno il governo piemontese prelevò 80 milioni di lire spendendone per il Meridione meno della metà. Inoltre l'industria settentrionale ebbe facile gioco a piazzare i propri prodotti al Sud, mentre le sarebbe stato difficile battere la concorrenza europea.

Anche il numero dei poveri - ovvero miserabili - testimoniava con buona pace dei luoghi comuni, uno stato sociale "non disastroso": nelle cosidette province napoletane e in Sicilia, erano erano poco più di 120'000, ovvero 1.4% della popolazione. Più che in Piemonte e in Liguria (1%), ma meno che in Lombardia (1.6%), Romagna (2.11%), Umbria (2.14%) e Toscana (1.83%). Tutti dati che devono farci riflettere su due aspetti: innanzitutto sul fatto che non è assolutamente vero che dopo la “Magna Grecia” si sia verificato al Sud un declino irreparabile; e seconda cosa: se prima il Sud era economicamente forte, può ridiventarlo, e ancora una volta ritornare a trainare l’economia del nostro Paese. L’unica cosa inspiegabile è data dalla censura che la storiografia ufficiale attua su questi dati e su questi primati: aver paura della verità è spesso indice di “coscienza sporca”.

 

Il “Rinascimento” meridionale può fondarsi solo sulla consapevolezza di quello che è il nostro passato.

La riserva aurea degli antichi Stati Italiani prima delle annessioni era di 670.4 milioni cosi ripartiti (£1.00 valeva circa €4.50):
443,2   REGNO DELLE DUE SICILIE
8,1   Lombardia
0,4   Ducato di Modena
1,2   Parma e Piacenza
35,3   Roma (1870)
55,3   Romagna - Marche, Umbria
27,0   Regno di Piemonte e di Sardegna
85,2   Toscana
12,7   Venezia (1866)
     
I PRIMATI DEL SUD PRIMA DELL'INVASIONE PIEMONTESE
1569 Primi Assegni Bancari della storia economica (polizzini sulle Fede di Credito)
1610 Bonifica dei Regi Lagni e conseguente sistemazione idrologica della Terra di Lavoro (iniziata nel 1610 e proseguita nel 1749 dal Re Carlo III.)
1735 Prima Cattedra di Astronomia, in Italia, affidata a Napoli a Pietro De Martino
1735   Istituzione della giunta dei veleni (Materia ecologica per gli scarichi)
1737 Fondazione del primo teatro lirico della storia: il San Carlo di Napoli, costruito in soli 270 giorni
1738   Primi scavi arceolologici del mondo (a Pompei e ad Ercolano) e Officina dei Papiri (Museo Archeologico)
1739   Primo fucile a retrocarica a polvere e a vento a Napoli (Raimondo de Sangro)
1739   Istituzione del primo tribunale del commercio in Italia
1741   Abolizione del feudalismo
1741   Tassazione dei beni ecclesiastici
1743   Prime leggi igeniche (per la prevenzione sanitaria ed ambientale)
1751   Prima legislazione in Italia sull’organizzazione sanitaria
----   Ordini cavallereschi per assistenze, opere benefiche, donazioni, meriti civili nelle scienze, arti e mistieri (Ordine Costantiniano, di S. Gennaro, di S. Ferdinando, di Francesco I.)
1751 Il più grande palazzo d’Europa a pianta orizzontale, il Real Albergo dei Poveri a Napoli
1754 Nascita della prima cattedra universitaria di economia nel mondo, affidata a Napoli ad Antonio Genovesi
1755   Prima accademia di belle arti
1755   Prime leggi a difesa del patrimonio culturale e artistico
1762   Prima accademia di Architettura in Italia, una delle prime e più prestigiose in Europa
1763   Primo cimitero italiano per poveri (il "Cimitero delle 366 fosse", nei pressi di Poggioreale a Napoli, su disegno di Ferdinando Fuga)
1767   Abolizione delle decime ecclesiastiche, ossia quel contributo dovuto alla chiesa da tutti i fedeli per le speses della chisa stessa. Constinsteva nel pagamento di una decima delle rendite ricavate dalla propria terra
1770   Prima "carrozza marittima" (fururo Hovercraft) in Europa, a Napoli (Raimondo de Sangro)
1771   Realizazzione del Villaggio Siderurgico di Mongiana (Calabria), impiegava fino a 1500 operai
1774   Prima istituzione in Italia della motivazione delle sentenze (Gaetano Filangieri)
1778   Prime bonifiche delle zone paludose nel Tavoliere delle Puglie
1778   Vaccinazione contro il vaiolo
1778   Prima borsa cambi e merce
1781   Primo Codice Marittimo nel mondo (opera di Michele de Jorio)
1782   Primo intervento in Italia di Profilassi Anti-tubercolare
1783   Primi cantieri navali di Castellammare di Stabia
1783   Prime leggi antisismiche in Italia
1783   Primo cimitero, in Europa, ad uso di tutte le classi sociali (Palermo)
1787   Prima scuola militare italiana, la Nunziatella
1787   Nascita della moderna “arte ostetricia” femminile (con Teresa Ployant)
1789   Prime leggi sociali in Italia: statuto di San Leucio (case popolari, pensioni, asili nido, indennità malattia, ecc.)
1789   Prima istituzione di assistenza sanitaria gratuita (San Leucio)
1790   Primo osservatorio astronomica a Palermo
1792   Primo Atlante Marittimo nel mondo (G Antonio Rizzi Zannoni, "Atlante Marittimo delle Due Sicilie") elaborato dalla prestigiosa Scuola di Cartografia napoletana
1795   Primo orto botanico per la fito-medicina
1796   Prima città italiana a ospitare un consolato dei neonati Stati Uniti d'America (consolato di Napoli con John Mathieu)
1801   Primo Museo Mineralogico del mondo, a Napoli
1802   Primo ospedale psichiatrico a Palermo: Santa Teresa ai Torrazzi
1802   Prima istituzione in Italia di “uffici per la vaccinazione”
1806   Primo telegrafo rasta in Sicilia
1807   Primo Orto Botanico in Italia (a Napoli)
1811   Prima scuola non militare di ingegneria in Italia
1812   Prima Scuola di Ballo in Italia, annessa al Teatro "San Carlo"
1812   Promulgazione della prima costituzione italiana, a Palermo
1812   Prima cattedra di psicoterapia a Palermo
1813   Primo Ospedale Psichiatrico italiano: il "Reale Morotrofio" di Aversa
1818   Prima istituzione del sistema pensionistico in Italia (con ritenuta del 2% sugli stipendi)
1818   Prima legge sulle monete, sulla finaza e sulla tecca
1818   Vaccinazione contro il vaiolo; nel 1821 una legge escludeva da ogni impiego o munificenza sovrana i genitori che non avessero vaccinato i figli
1818   Prima nave a vapore nel Mediterraneo, la "Real Ferdinando"
1818   Prima istituzione del sistema pensionistico in Italia (con ritenute del 2% sugli stipendi)
1819   Primo osservatorio astronomico, in Italia, a Capodimonte
1819   Prima raccolta organica di leggi
1820   Nascita della prima monarchia costituzionale italiana
1820   Primo codice militare
1825   Prima scuola per ufficiali di artiglieria
1827   Prima linea di navigazione europea con navi nazionali
1831   Primi aiuti all'agricoltura con accademie agricole e monti frumentari
1831   Prima istituzione di un assegno di disoccupazione per chi era impossibilitato a lavorare
1831   Primo istituto di incoraggiamento di arti e manifatture a Palermo
1831   Prime carrozze omnibus nelle grandi città del regno
1832   Prime leggi sanitarie: dectreto sulla quarantena per evitare contagi (a Nisida)
1832   Primo pozzo artesiano a Torre Annunziata
1832 Primo ponte sospeso a catenaria di ferro in Europa continentale, il "Real Ferdinando I" dell'ing. Luigi Giura, costruito dal 1828 al 30 aprile 1830 (sul Garigliano)
1832   Prima città italiana per longevità (novantenni e centenari)
1832   Prima ordinanza italiana in materia di nettezza urbana (con raccolta differenziata)
1833   Più alto numero in Italia di vaccinati contro il vaiolo in rapporto alla popolazione (oltre un milione e trecentemomila persone in 20 anni)
1833 Prima nave da crociera, in Europa: la "Francesco I"
1833   Prima stazione meteorologica mondiale: l'osservatorio vesuviano
1833   L'istituzione del corpo dei pompieri
1834   Prima fabbrica di zucchero di barbabietola a Sarno
1835   Prime scuole di commercio e agricoltura: Napoli, Palermo, Barletta, Melfi, ecc.
1835   Primo istituto italiano per sordomuti
1836   Primi studi in Europa contro la distrofia muscolare (prof. Gaetano Conte)
1836   Prima Compagnia di navigazione a vapore nel Mediterraneo
1836   Primo marchio di vini D.O.C.: fondazione della società enologiche
1836   Prima compagnia italiana di assicurazioni generali: partenopea Sebezia
1837 Prima Città d'Italia ad avere l'illuminazione a gas
1838   Primo Editto contro il vassallagio dei contadini e la tratta dei negri (accordo con Ingletterra e Francia)
1838   Primi studi di Raffaele Piria sull’acido salicilico (futura “aspirina” a cui si deve il nome)
1838   Prima navigazione interoceanica, Capitano de Bartolo, in Malesia
1839   Prime agevolazioni dazarie su libri stranieri esportando libri nazionali
1839 Prima Ferrovia italiana, tratto Napoli-Portici, poi prolungata sino a Salerno e a Caserta e Capua
1839 Progetto per Economia e Industria nel Regno di Napoli
1839   Prima normativa per la tutela dei beni culturali in Italia
1839 Prima Illuminazione a Gas di una città italiana (terza in Europa dopo Londra e Parigi) con 350 lampade
1839   Il brigantino mercantile "Elsa" tocca l'Indie orientali
1839   Prime istituzioni di asili infantili
1839   Prima linea di diligenza postale veloce: Napoli-Roma
1840   Spedizione scientifica scalata del Monte Bianco con il Professore Imperiale
1840   Prima fabbrica metalmeccanica d'Italia per numero di operai (1050): Pietrarsa, presso Napoli
1841 Primo Centro Vulcanologico nel mondo presso il Vesuvio
1841   Primo sistema a fari lenticolari a luce costante in Italia (a Nisida)
1841   Prima scuola per macchinisti a Pietrarsa
1843   Prima nave da guerra a vapore d'Italia (pirofregata "Ercole"), varata a Castellammare
1843   Primo periodico psichiatrico italiano pubblicato presso il Reale Morotrofio di Aversa da Biagio Miraglia
1843   Primo progetto di “ascensore” (o “sedia volante”) in Italia
1844   Prima istituzione di un marchio per la tutela di un prodotto (“D.O.C.” per l’olio pugliese)
----   Fondo di decima comunale per l'assistenza alle vedove e agli orfani
1845 Progetto per una Esposizione dei Prodotti dell'Industria
1845   Prima locomotiva a vapore costruita in Italia a Pietrarsa
1845 Primo Osservatorio Meteorologico italiano (alle falde del Vesuvio)
1845   Congresso degli scienziati italiani, a Napoli
1846   "Il Duca di Calabria", prima locomotiva interamente disegnata e costruita in Italia
1846   Furono venduti al Regno di Sardegna, alcune locomotive che furono consegnate nel 1847 (i loro nomi erano: Pietrarsa, Corsi, Robertson, Vesuvio, Maria Teresa, Etna e Partenope)
1846   Costruzione della prima locomotiva collinare in Italia a cura di Giovanni Pattison, capace di superare pendii del 2,5%
1846 Istruzione Tecnica
1847   Prima proulsione ad elica per navigazione marittima: con la nave "Giglio delle Onde" a Castellammare di Stabia
1847   Prima nazione in Italia per esportazione verso gli Stati Uniti
1848   Istituzione del Parlamento a Napoli
1848   Primo esperimento di illuminazione a luce elettrica d'Italia a Lecce, per opera di mons. Giuseppe Candido. Illuminazione dell'intera piazza in occasione della festa patronale
1852   Primo telegrafo elettrico in Italia, tra Napoli, Gaeta e Caserta (inaugurato il 31 luglio)
1852   Primo telegrafo elettrico in Italia e primo cavo telegrafico sottomarino dell'Europa continentale (tra Reggio Calabria e Messina)
1852   Primo esperimento di illuminazione elettrica in Italia (a Capodimonte)
1852   Primo bacino di carenaggio in muratura in Italia (nel porto di Napoli)
1853   Primo tunnel carrozzabile in Italia a Napoli tra San Francesco di Paola e piazza Vittoria
1853   Primo Piroscafo nel Mediterraneo per l'America (Il "Sicilia" della Società Sicula Transatlantica di Salvatore De Pace: 26 i giorni impiegati), primato mondiale
1853   Prima applicazione dei principi Scuola Positiva Penale per il recupero dei malviventi
1853   Realizzazione del Corso Maria Teresa, oggi Vittorio Emaunele
1856   Primo Sismografo Elettromagnetico nel mondo costruito da Luigi Calmieri
1856   Primo Premio Internazionale per la Produzione di Pasta (Esposizione Internazionale di Parigi, premio per il terzo Paese del mondo come sviluppo industriale)
1856   Primo Premio Internazionale per la Lavorazione di Coralli (Mostra Industriale di Parigi)
----   Terre date in uso gratuito ai cantadini dal Demanio. Minor carico fiscale (solo 5 imposte) di tutti gli Stati Italiani (passate dopo a 41)
1858 La prima galleria ferroviaria in Italia (a Nocera)
1859   Per la creazione dell'ufficio idrografico di Genova, il maggior porto del regno sabaudo, furono chiamati alla direzione dei lavori, ufficiali duosiciliani, poichè l'ufficio di Napoli, già esistente da tempo, era ritenuto il migliore: le norme relativi alla sicurezza dei naviganti vennero , nel 1859, copiate da quelle in uso nel Regno delle due Sicilie
1859   Primo Stato in Italia e secondo in Europa per produzione di guanti (700.000 dozzine di paia ogni anno)
1859   Prima bandiera italiana e seconda nel mondo (dopo quella inglese) per presenze nei porti francesi
1860   La più bassa percentuale di mortalità infantile d'Italia
1860   La più alta percentuale di medici per abitanti in Italia
1860   Prima flotta militare d’Italia (terza flotta militare d'Europa)
1860   Prima Flotta Mercantile d'Italia (seconda flotta mercantile d'Europa)
1860   Prima nave ad elica (la "Monarca"), in Italia, varata a Castellammare
1860   La più grande industria navale d'Italia per numero di operai (Castellammare di Stabia, 2000 operai)
1860   Primo tra gli Stati italiani per numero di Orfanotrofi, Ospizi, Collegi, Conservatori e strutture di Assistenza e Formazione
1860   Più alto numero in Italia di iscritti all’università
1860   Prima Borsa Merci in Italia e seconda Borsa Valori dell’Europa continentale
1860   Prime agenzie turistiche italiane
1860   Primo tra gli stati italiani per nuero di Orfantrofi, Ospizi, Collegi, Conservatori e strutture di Assistenza e Formazione
1860   Minore percentuale di emigranti in Italia
1860   Prima città d'Italia per numero di Teatri (Napoli), il Teatro San Carlo il più antico teatro operante in Europa, costruito nel 1737
1860   Prima città d'Italia per numero di Conservatori Musicali (Napoli)
1860   Primo "Piano Regolatore", in Italia, per la città di Napoli
1860   Prima città d'Italia per numero di Tipografie (113, in Napoli)
1860   Minor numero di condannati a morte in Italia (fin dal 1848)
1860   Maggiore movimento di importazione ed esportazione in Italia (29.291.507 ducati dal 1845 al 1849, 31.111.292 ducati dal 18450 al 1854, 34.355.860 ducati dal 1855 al 1860)
1860   La città più popolosa d’Italia, Napoli (447.065 abitanti rispetto ai 204.715 di Torino o ai 194.587 di Roma)
1860   il più alto numero di addetti all’industria in Italia (1.189.582 solo nel Mezzogiorno continentale (in Piemonte e Liguria gli addetti all’industria erano 345.563, in Lombardia 465.003)
1860   Prima città d'Italia per numero di pubblicazioni di giornali e riviste (Napoli)
1860   Primi Assegni Bancari della storia economica (polizzini sulle Fedi di Credito)
1860   La più alta quotazione di rendita dei titoli di Stato (120% alla Borsa di Parigi)
1860   Il minore carico tributario erariale in Europa
1860   Maggior quantità di Lire-oro nei Banchi Nazionali (dei 668 milioni di Lire-oro, patrimonio di tutti gli Stati italiani messi insieme, 443 milioni erano del regno delle Due Sicilie)
1860   Monopolio mondiale dello zolfo, avendo oltre 400 miniere di zolfo, copriva circa il 90% della produzione mondiale di zolfo e affini
1860   Coltivazione del Bergamotto ed estrazione dell'essenza per le l'industrie della profumeria ed essenze
1860   Prima istituzione d’assistenza sanitaria gratuita (San Leucio)
1860   Primo corpo dei pompieri in Italia
1861   Ancora nel 1861, gli acciai di Mongiana sono premiati all'Esposizione Industriale di Firenze e l'anno dopo a quella Internazionale di Londra