MORGETI

I Morgeti sono un antico popolo, oggi scomparso, che faceva parte del gruppo delle cosiddette genti "italiche" che intorno al XV secolo a.C., occuparono le aree della Calabria.

Trae il nome del suo presunto Re Morgete, figlio d'Italo Re degli Enotri, da lui presero il nome d'Itali, poi successivamente si chiamarono Morgeti, in quanto Re Morgete era succeduto sul trono di Re Italo.

I Morgeti (Greco: Mopy□τες, Latino: Morgetes) sono un antico popolo, che faceva parte del gruppo delle cosiddette genti "italiche" che nel XV secolo a.C., occuparono le aree della Calabria ionica e Tirrenica.

Si tratterebbe di uno dei tre rami in cui si distinsero gli Enotri (Itali, Morgeti, Siculi, tutti caratterizzati da una lingua comune l'Osco). In seguito si spinsero fino al golfo di Taranto ad ovest, e fino allo stretto di Messina a sud, per arrivare nell'area centro orientale della Sicilia stanziandosi nell'area di Serra d'Orlando, a Caltagirone, a Morgantina e nella vallata detta dei margi. Il dominio degli Enotri, comprendesse le odierne regioni di Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia.

Riferisce Girolamo Marafioti, che dopo la morte di Enotrio, Enotria si chiamò Italia e Morgetia e dice testualmente:

« […] come dopo la morte di Enotrio, Enotria hebbe altro nome, e fù chiamata Italia, e Morgetia, e dopo questo nome fù detta Sicilia, Chonia, Iapigia, e Salentia , e poscia cogionta in un nome fù detta Magna Grecia »

Secondo i Greci, la regione sarebbe stata abitata, prima della loro colonizzazione, dalla comunità degli Ausoni. Gli Ausoni che chiamarono la Calabria Ausosia, dal Greco abbandono, la Sicilia e la Calabria erano unite da un unico territorio, fu un forte terremoto a dividerli. Quando arrivarono gli Ausoni in quel territorio non c'èra nessuno.

Gli Enotri sono i primi Greci, che arrivarono nella comunità degli Ausoni, Enotrio conquisto il regno, e si ingrandi arrivando fino alle Alpi che dividevano l'Italia dalla Francia. Il suo regno, dopo la sua morte da Enotra si chiamo Italia, da suo figlio Italo. E proprio dal mitico sovrano Italo la Calabria fu detta "Italia", ma chi era in realtà, Italo? Solo una figura mitologica e leggendaria, o un vero e proprio fondatore del primo assetto politico ed etnico della Calabria? Ormai i ricercatori propendono per la seconda ipotesi, collocando la presenza di Re Italo nella prima metà del XV secolo a.C. Antioco di Siracusa, considerato il primo storico dell'Occidente ce lo raffigura come "Un Re buono e saggio, capace di sottomettere le popolazioni vicine facendo uso di volta in volta della persuasione e della forza", Italo il Re degli Enotri che mutarono il loro nome in Itali, dopo la sua morte, suo figlio Morgete, chiamo il regno Morgete e da lui furono detti Morgeti (San Giorgio Morgeto).